Sprechi


Sprechi di energia elettrica

Ieri mattina mi sono svegliato presto, verso le 6, perché non avevo più sonno. Il cielo era grigio ma la luce era già piena. Guardando fuori della finestra mi sono accorto – come altre volte, ma non vi avevo prestato molta attenzione in passato – che alcuni lampioni dell’illuminazione stradale nella strada dove abito erano ancora accesi, mentre altri – quelli installati di recente davanti alle case di recente costruzione – erano già spenti.

Ho deciso di sorvegliare questa situazione per constatare quando si sarebbero spente le grosse lampadone: sono rimaste accese fino alle 9 passate, cioè molto più di 3 ore di spreco.

Io non so se e in quali altre zone di Rodano vi sia la stessa situazione, però sono certo che una delle voci di costo più pesanti per un Comune è l’illuminazione stradale. So anche che esistono da decenni dei relais applicati agli interruttori i quali fanno scattare l’accensione e lo spegnimento a seconda delle condizioni di luce diurna/notturna.

In questo caso ho l’impressione che non vi siano i relais e che lo spegnimento/accensione siano fissati per la luce diurna/notturna dei periodi invernali, oppure che siano mal funzionanti se esistenti.

Sono andato sull’ultimo InformaRodano a pagina 2 dove c’è il rendiconto approvato dal Consiglio Comunale ed ho cercato invano i dettagli delle “spese correnti”, cioè il costo dell’illuminazione stradale (1) che dovrebbe essere compreso nella voce “territorio”.

Questi comportamenti sono uno dei tanti esempi di cattiva amministrazione finanziaria da parte della giunta comunale, sintomatici di una cultura del non risparmio in questi tempi nei quali tutti si lamentano delle ristrettezze di bilancio e piangono miseria, istaurando l’addizionale IRPEF per i rodanesi.

A questi comportamenti si aggiunge quello che alcune informazioni che dovrebbero essere a disposizione dei cittadini, sono (volutamente?) nascoste… e non mi vengano a dire che noi possiamo andare nella sede comunale per informarci; molti di noi non sanno leggere un bilancio e/o non hanno tempo per farlo.

(1) a proposito, avevo già scritto quasi 2 anni fa che i nuovi lampioni installati di recente avrebbero potuto essere a “led” con risparmio di circa il 60% sul consumo e del taglio di più del 50% del costo della manutenzione, ed assenza di inquinamento luminoso.

Gennaro Aprea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: