I Comuni del territorio uniti contro il taglio al Trasporto Pubblico Locale


Ieri 10 Aprile 2017, presso la sede  della città Metropolitana di Milano, i rappresentanti dell’amministrazione  di Rodano e di altri 45 Comuni dell’hinterland, si sono incontrati per discutere del trasporto pubblico locale, dopo la notizia del mancato trasferimento da parte di Regione Lombardia di un parte delle risorse necessarie al regolare funzionamento del servizio.

Il 30 Aprile infatti scadrà la proroga dei contratti e ad oggi mancano 4.600.000 euro (2.800.000 euro per la Città metropolitana di Milano e 1.8000.000 euro per la provincia di Monza e Brianza) per poter garantire la prosecuzione del servizio agli standard attuali. Se non si dovessero trovare tali risorse si renderà necessario una drastica riduzione delle corse attualmente svolte.

Per scongiurare tale pericolo tutti  gli amministratori presenti si sono trovati concordi nel chiedere, già nei prossimi giorni, un incontro a Regione Lombardia per sollecitare i trasferimenti mancanti, da erogarsi fino al momento in cui la neonata  Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale, non sarà in grado di operare autonomamente.

Vogliamo sperare che per una importo mancante pari allo 0.7% del contributo annuo destinato da Regione Lombardia al trasporto pubblico, non si distrugga un servizio che per una realtà come la nostra equivale all’unica alternativa all’uso dell’automobile.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: