Al servizio della comunità


 

16112014-16112014-IMG_0864

Sembra che il peggio sia passato, almeno per adesso, ma il tempo è oramai diventato bizzarro e imprevedibile, ed è stato fonte di grossi disagi anche per la nostra piccola comunità.

I nostri volontari della Protezione Civile hanno avuto il loro bel da fare per gestire tutte le richieste di emergenza durante il fine settimana del 14, 15 e 16 novembre scorso. Hanno ricevuto molte segnalazioni per allagamento che hanno saputo gestire al meglio.

Venerdì 14, sono intervenuti nove volontari presso la chiesa di Millepini che, a causa delle forti piogge, ha avuto i locali seminterrati allagati. Purtroppo le pompe interrate di cui è dotata la parrocchia non hanno funzionato.

Il giorno successivo nuovo intervento, sempre a Millepini, per una villa con locali taverna, box e ingresso box allagati e impianto elettrico in cortocircuito. È stato necessario lavorare con la luce dei fari e l’intervento si è protratto sino alle cinque del mattino del giorno successivo, dove è stato necessario richiedere l’ausilio della Protezione Civile di Melzo, dotata di una motopompa più potente. Solo alle 17 del pomeriggio è stato possibile mettere l’ambiente in sicurezza, dopo la riparazione delle motopompe ed il ripristino dell’elettricità nell’abitazione.

Sempre domenica, altro intervento a Pobbiano, in Via Milano, per allagamenti. Anche in questo caso i mezzi in dotazione alla nostra Protezione Civile si sono dimostrati insufficienti rispetto al compito ed è stato necessario richiedere supporto alla Centrale Operativa di Milano che ha fatto mettere a disposizione di Rodano una potente motopompa della Protezione Civile di Cornaredo.

Durante tutta la giornata di domenica è stato necessario anche chiedere il supporto della Protezione Civile di Vignate per snellire e velocizzare gli altri interventi di drenaggio delle acque che, a causa della falda molto alta, rientravano in circolo impedendone il deflusso.

Sono dovuti intervenire anche nella zona La Fopa per l’allagamento di una cantina che ha interessato anche un deposito di derrate alimentari. I ragazzi si sono mossi prontamente, al limite delle loro capacità operative, su tutto il territorio comunale. Facendo del loro meglio e con totale dedizione e spirito di missione.

I nostri uomini, pur con scarsi mezzi, non si sono risparmiati per servire la nostra comunità. Meritano tutto il nostro plauso e, perché no, anche il nostro concreto sostegno.

Abbiamo parlato con il responsabile della nostra Protezione Civile, Walter Danielli, della assoluta necessità di dotarsi di una motopompa più potente in modo da garantire un servizio rapido ed efficace in caso di allagamenti, che con la situazione della nostra falda saranno eventi sempre meno rari, in caso di pioggia abbondante. Il signor Danielli ci ha addirittura indicato il modello di motopompa di cui avrebbe bisogno ( ETP 2500 MHD04 LIFT) ed il relativo costo: € 7.967,00.

RodanoNews lancia un appello a tutti i residenti e alle associazioni presenti sul territorio per l’organizzazione di una sottoscrizione popolare al fine di dotare la nostra Protezione Civile di una motopompa più potente di quella che hanno in dotazione, ricordando che ogni euro donato per la nostra Protezione Civile sarà un euro donato a noi stessi.

La redazione © RIPRODUZIONE RISERVATA

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: