Discorso di insediamento del nuovo sindaco


LETTERA ALLA REDAZIONE

Cari Concittadini, Consiglieri e Autorità

È per me un grande onore ed una grande emozione assumere solennemente, con questo giuramento, il ruolo di Sindaco di Rodano.

Dopo cinque anni passati nei banchi dell’opposizione, in questo giorno importante, mi ritrovo oggi a guidare l’Amministrazione comunale consapevole delle responsabilità e dell’impegno che questo ruolo prevede.

Sento innanzitutto il dovere di ringraziare tutti i cittadini di Rodano sia quelli che con il loro voto hanno condiviso il nostro programma elettorale sia a coloro che hanno espresso il sostegno ai candidati delle liste di opposizione.

Potrà sembrare banale, ma voglio qui ribadire, che mi sento il Sindaco di tutti i rodanesi senza differenza alcuna.

Ai Consiglieri Comunali i miei più sinceri complimenti per la loro elezione in questa Assemblea e l’augurio di buon lavoro.

Ai dipendenti del nostro Comune il ringraziamento per il lavoro sin qui svolto e per l’apporto che certamente continueranno a dare con assiduità, correttezza e competenza nella gestione amministrativa del nostro Comune.

Stasera inauguriamo una nuova stagione amministrativa. È risaputo che al cambiamento sono sempre sottese grandi aspettative di rinnovamento, che i cittadini con il voto del 25 maggio ci hanno chiamato ad interpretare. Non posso nascondervi che sentiamo il peso della responsabilità e faremo di tutto per non deludervi.

Di una sola cosa vi prego, lasciateci un po’ di tempo per prendere confidenza con la macchina comunale ed i suoi meccanismi!!!

In questo breve intervento di insediamento vorrei soffermarmi su quelli che saranno i principi ispiratori del nostro modo di amministrare.

Intendiamo costruire la nuova amministrazione di Rodano su 4 pilastri:

• Informazione
• Trasparenza
• Coinvolgimento
• Equità

Informazione: i cittadini devono prima di tutto essere sempre informati sulle decisioni prese dagli organi consiliari e che riguardano la vita della comunità.

L’informazione è l’ingrediente fondamentale per favorire la partecipazione e il coinvolgimento di ciascun cittadino nella vita della comunità e quindi per l’arricchimento e la crescita della stessa.

Trasparenza: mi prodigherò affinché il nostro agire sia trasparente e tutte le nostre scelte siano motivate e chiare.

Abbiamo il dovere e la responsabilità di rendere conto ai cittadini di tutte le nostre azioni,solo in questo modo i cittadini potranno esercitare il loro diritto/dovere al controllo dell’azione di governo, e con i loro suggerimenti e critiche aiutarci a rendere più efficace la nostra azione.

Coinvolgimento: ascolteremo e collaboreremo con tutti gli attori del terzo settore (associazioni culturali, sociali, sportive, imprenditoriali), nella ricerca di idee e soluzioni, che possano contribuire a migliorare il nostro essere paese e ridare vigore a quegli ambiti che sono vitali per ogni comunità: l’economia, il lavoro, l’impresa, il welfare, la cultura.

Vogliamo creare un dialogo costante con i Rodanesi. Solo con il dialogo e soprattutto attraverso l’ascolto continuo dei problemi della Comunità sarà possibile affrontare ogni situazione al meglio.

Equità: opereremo con regole chiare ed uguali per tutti mettendo da parte ogni forma di favoritismo e gestione personalistica dei servizi, cercando nei limiti consentiti dalla legge, di favorire le fasce più deboli ed i più bisognosi.

Tutti i cittadini sappiano che potranno rivolgersi al Sindaco e all’amministrazione intera, sapendo di poter sempre trovare una persona pronta ad ascoltare, a consigliare e ad operare senza discriminazione alcuna.

Siamo inoltre consapevoli che la criticità del momento storico che stiamo attraversando caratterizzato da una crisi economica senza uguali e della quale non si riesce ancora a intravedere nemmeno da lontano la fine, ci impone uno sforzo supplementare necessario a superare le negatività e le diffidenze che ciascuno di noi è portato a sviluppare in situazioni di tale disagio.

Come amministratori sentiamo il dovere di impegnarci perché i cittadini possano continuare ad alimentare un sogno di speranza nel futuro.

Nonostante la crisi e le grandi difficoltà ci adopereremo per costruire un paese migliore e dimostrare che con l’aiuto e il sostegno di tutti qualcosa di buono si può ancora fare.

Cari cittadini, mio malgrado, non sono in grado oggi di farvi alcun tipo di promesse, perché abuserei di quella fiducia che così generosamente mi avete voluto accordare.

Prendo però davanti a voi l’impegno a fare il mio lavoro al meglio delle mie possibilità, con serietà e dedizione.

Con atteggiamento di umiltà e fermezza inizio, quindi, questo nuovo impegno, insieme ai collaboratori della Giunta e ai Consiglieri, sia quelli che mi sostengono, sia quelli dell’opposizione,
a questi ultimi rivolgo un invito per una futura e leale collaborazione, ognuno nel rispetto del proprio ruolo, per giungere nel reciproco riconoscimento a quelle giuste scelte di cui il paese necessita.

Ho fiducia che daremo tutti il meglio di noi stessi, a tutti auguro un buon lavoro, da svolgere con passione, impegno ed entusiasmo, nell’interesse di RODANO e dei Rodanesi.

Grazie!

il sindaco Danilo Bruschi

Rodano,  mercoledì 11 giugno 2014

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: