Cosa sta succedendo alla Società Calcio Rodanese


RodaneseCalcioMartedì 4 giugno si è tenuta presso la Società Calcio Rodanese, alla presenza dell’assessore competente e del vicesindaco, un’assemblea per chiarire le sorti di tale società. L’attuale gruppo dirigente ha deciso infatti di rimettere il suo mandato triennale, avvertendo l’Amministrazione comunale con un congruo anticipo di 8 mesi, come da convenzione.

L’assemblea è stata sollecitata da un gruppo di genitori, preoccupati della possibilità che la società  non riesca ad ottemperare agli obblighi di preiscrizione ai campionati del prossimo anno, la cui scadenza è fissata per il 30 giugno.

Per voce dei suoi rappresentanti, l’Amministrazione comunale ha tentato di rassicurare i presenti comunicando che è in corso una trattativa con la società che attualmente gestisce il campo di tennis, al fine di assegnarle anche la gestione del campo di calcio e quindi di tutto l’impianto sportivo. La società in questione si dovrebbe impegnare anche ad effettuare alcuni interventi di miglioramento dell’attuale struttura (un nuovo campo da tennis, un campo da calcetto coperto, un nuovo bar). Con questa società è in corso di definizione una convezione che assegnerà alla stessa la gestione dell’impianto sportivo per un periodo di circa 10 anni.

Alle domande dei diversi cittadini presenti che avrebbero voluto avere qualche dettaglio in più su questa convezione, ad esempio conoscere i vantaggi che ne possono derivare per l’intera comunità, gli eventuali costi che la comunità si dovrebbe sobbarcare, conoscere con maggiore dettaglio gli interventi di miglioramento programmati, così come i criteri che hanno indotto l’Amministrazione ad effettuare questa scelta e non a cercare soluzioni alternative, non è stata fornita alcuna risposta precisa. Tutto è rimasto nel vago e nell’indecisione, dando a tutti i presenti l’impressione di un’Amministrazione che ha sottovalutato completamente il problema, che si è mossa in ritardo e che non ha fatto alcuno sforzo per cercare la miglior soluzione, ma si è adagiata sulla prima proposta ottenuta, di cui di fatto non è in grado di fare alcuna seria valutazione a priori. Che dire … niente di nuovo sotto il sole!

I genitori che hanno partecipato all’assemblea per cercare rassicurazioni sul futuro sportivo dei propri figli, sono tornati a casa sicuramente con più dubbi e perplessità di quelli che avevano prima.

La Redazione © RIPRODUZIONE RISERVATA

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: